You are currently browsing the category archive for the ‘un punto al giorno…’ category.

Annunci

Ah AperolUn punto al giorno non toglierà il medico di torno, ma… può dare grandi benefici.

Spesso la conoscenza dei punti energetici nasce dall’attenta osservazione e dalla comprensione del significato profondo dei gesti spontanei, come quello di colpirsi sulla fronte vicino all’attaccatura dei capelli per sollecitare la memoria, come faceva lo smemorato Tino Buazzelli, l’indimenticabile Nero Wolfe televisivo, nel noto Carosello del 1965:  “Un aperitivo? Ah, Aperol! Un nome che non si dimentica.“.

Il nostro eroe sollecita il punto energetico, shenting, “Corte dello Shen“, Vg24 o Du24, il punto numero 24 del Meridiano Straordinario Vaso Governatore, Du Mai.

Questo è il punto della memoria. Ma cosa sarebbe lo Shen che gli da il nome? Leggi il seguito di questo post »

Atlante-Farnese1Un punto al giorno non toglierà il medico di torno, ma… può dare grandi benefici.

Atlante, che regge il mondo sulle sue spalle con grande fatica, come possiamo vedere nell’immagine dell’Atlante Farnese, porta tutto il peso su di un Punto Energetico specifico: Pozzo nella spalla (Gb21 – Vb21 肩井 jīan jǐng), il punto 21 del Meridiano della Vescicola Biliare, che viene anche chiamato ” il Punto delle responsabilità“, perché è proprio lì che tendiamo a concentrare il carico psico-fisico dei nostri impegni e dei nostri incarichi quotidiani. Allora la muscolatura delle spalle si contrae e, a lungo andare diventa dolorante. D’altronde è proprio il punto su cui solitamente carichiamo i pesi quando dobbiamo trasportare fisicamente oggetti ingombranti. Ma è anche la zona su cui maggiormente si addensa il peso simbolico della vita quotidiana. Leggi il seguito di questo post »

punto dolenteUn punto al giorno non toglierà il medico di torno, ma… può dare grandi benefici.

C’è un punto che non è sulle mappe dei Meridiani Energetici, ma non per questo è meno importante, almeno per te e per il tuo Operatore Shiatsu: è il tuo Punto Dolente.

Sai perfettamente dove si trova, per cui non hai bisogno che nessuno ti dica come trovarlo. Leggi il seguito di questo post »

Un punto al giorno non toglierà il medico di torno, ma… può dare grandi benefici. Quali benefici potranno dare, allora, ben 36 punti?

I Punti Shu (Yu in giapponese) sono una serie di punti della schiena che riflettono lo stato degli organi interni e dei rispettivi meridiani e possono essere utilizzati per un trattamento generale di riequilibrio energetico.

La schiena e la colonna vertebrale rispecchiano il nostro orientamento nell’universo. Se la schiena è tonica, ma rilassata e la colonna dritta siamo in sintonia con la forza di gravità e ci muoviamo agevolmente ed armoniosamente nel mondo. Viceversa siamo curvi sotto il peso insostenibile della vita ed ogni cosa che facciamo è una fatica ed uno sforzo.

Non è certo necessario sottolineare quanto sia importante avere una schiena armonica come un violino ben accordato… Leggi il seguito di questo post »

Un punto al giorno non toglierà il medico di torno, ma… può dare grandi benefici.

Uno dei punti energetici più noti ed importanti è senz’altro qihai, “oceano di energia vitale“, il numero 6 del meridiano straordinario Vaso di Concezione (Vc6, Cv6 o Ren6), che si trova 2 dita sotto l’ombelico, in corrispondenza al centro di gravità del corpo fisico.

Leggi il seguito di questo post »

Il punto energetico "cento riunioni" (bai hui, Vg20) si trova alla sommità del capo, dove il pavone porta la cresta

Il punto energetico “cento riunioni” (bai hui, Vg20) si trova alla sommità del capo, esattamente dove il pavone porta la cresta

Il punto energetico "raccogliere bambù" (zǎn zhú, Vu2) si trova dove la foca ha le sopracciglia

Il punto energetico “raccogliere bambù” (zǎn zhú, Vu2) si trova esattamente dove la foca ha l’attaccatura delle sopracciglia

Per la rubrica “Un punto al giorno…”, in occasione dell’11/11/11 segnalo 1+1 = due punti energetici importanti trattati in un interessante articolo di Stefano Marcelli sui “punti morfogenetici”.

Leggi l’articolo sui punti morfogenetici sul sito www.geneticacupuncture.com

(Leggi anche gli altri articoli della serie “Un punto al giorno…”)

Valter Vico
Trattamenti Shiatsu, corsi e consulenze
valter.vico@gmail.com

ViVa_logo_04_Med

 

Un punto al giorno non toglierà il medico di torno, ma… può dare grandi benefici.

Uno dei punti energetici più noti ed importanti è senz’altro il numero 8 del Meridiano del Ministro del Cuore (MC8 o PC8). Il nome cinese del punto, che si trova nella zona più profonda del palmo della mano, è laogong, Palazzo del Lavoro.

Il Meridiano del Ministro del Cuore (detto anche Mastro del Cuore o Pericardio o Costrittore del Cuore), assieme a quello del Triplice Riscaldatore, è uno dei due meridiani che non sono associati con precisione ad un organo specifico, ma piuttosto ad una funzione. Quella del Ministro del Cuore è di regolare ed armonizzare l’espressione delle emozioni proteggendo il cuore dall’impatto potenzialmente pericoloso delle emozioni più forti. Leggi il seguito di questo post »

Un punto al giorno non toglierà il medico di torno, ma… può dare grandi benefici.

Uno dei punti energetici più noti ed importanti è senz’altro il numero 4 del Meridiano di Grosso Intestino (Ic4 o Li4). Il nome cinese di questo punto è hegu, Congiunzione nella Valle, ma è anche noto come il punto “Dolce Euchessina”.

Come trovare il punto:

  • aprire pollice ed indice ed inserire il pollice dell’altra mano fra le due dita. Piegando il pollice la punta del polpastrello va a toccare il punto come indicato nella figura.
  • Altra tecnica: stringere con forza pollice ed indice distesi, fra le due dita si forma un piccolo monticello (è il muscolo adduttore del pollice), il punto si trova contro l’osso (metacarpo) in corrispondenza della cresta del muscoletto .

A cosa serve:

  • E’ il punto principale per regolarizzare la funzionalità intestinale sia nel caso di intestino “pigro o svogliato” che nell’ancor più sgradevole caso opposto.

Leggi il seguito di questo post »

Un punto al giorno non toglierà il medico di torno, ma… può dare grandi benefici.

Il Pensatore di Auguste Rodin nella sua strana posizione sta stimolando il suo Meridiano della Milza effettuando un’intensa pressione di Auto Shiatsu con la punta del gomito sul punto xuehai (Mz10 o Sp10), “Mare del Sangue”.

Immagino che il noto scultore non fosse a conoscenza dei punti e dei meridiani energetici, ma la sua opera esprime in modo mirabile il groviglio interiore di una persona tormentata dai suoi pensieri. La conoscenza dei punti e dei meridiani si è sviluppata nel corso dei secoli e dei millenni proprio grazie all’attenta osservazione dei comportamenti, dei gesti e delle pose spontanei collegati ai movimenti energetici interiori ed esteriori del corpo, della mente e dello spirito.

Secondo la tradizione orientale il Meridiano della Milza ha un ruolo fondamentale nel processo digestivo che va inteso in tutti i suoi aspetti: certamente dal punto di vista fisico, ma anche dal punto di vista mentale, intellettuale, emotivo, morale e spirituale. In questa ottica la digestione del cibo è esattamente equivalente alla “digestione” dei pensieri e delle idee. Tutti questi processi condividono lo stesso tipo di movimento, la stessa “energia”: è il movimento di impastamento, è il “ruminare” oppure il “rimuginare”.

Leggi il seguito di questo post »

Un punto al giorno non toglierà il medico di torno, ma… può dare grandi benefici.

Si racconta che un giorno, in Cina, un contadino sofferente di un forte dolore ai lombi si stesse preparando la cena su un fuoco di legna dopo una dura giornata di lavoro. Il poveretto zoppicava e stava spostando la pentola per cuocere il riso quando, inavvertitamente, inciampò dando un calcio ai tizzoni ardenti, uno di questo gli rimbalzò sul piede causandogli un acuto dolore, urlando l’uomo balzò il più lontano possibile dal fuoco e si massaggiò il piede ustionato, poi stupefatto si accorse che la schiena non gli doleva più così intensamente e che era saldo su tutte e due le gambe. La leggenda dice che fu così che l’uomo scoprì l’uso dei punti dei meridiani e la moxa che in modo meno cruento ancora oggi si usa per migliorare la salute.

Leggi il seguito di questo post »

Un punto al giorno non toglierà il medico di torno, ma… può dare grandi benefici.

Punto 36 del meridiano dello StomacoIl punto 36 del Meridiano dello Stomaco (St36) è in assoluto uno dei punti energetici più conosciuti, efficaci ed importanti.

Il suo nome cinese Zu San Li (in giapponese Ashi San Ri) significa Tre miglia (o tre distanze) sulla gamba e ci ricorda la sua posizione (3 distanze = 4 dita sotto il ginocchio), ma anche l’abitudine degli antichi viaggiatori orientali di autotrattarlo regolarmente contro la stanchezza delle gambe.

Noi non siamo più  abituati, ma all’epoca si viaggiava principalmente a piedi. Tradizionalmente gli eserciti, durante gli spostamenti di truppe a marce forzate, facevano una sosta ogni 3 miglia (circa 5 chilometri) per rifocillarsi e trattare il punto Stomaco 36. Si dice che anche i rivoluzionari di Mao abbiano utilizzato questa tecnica per riuscire a completare la famosa “Lunga Marcia”.

Come trovare il punto:

  • piegare la gamba a 90° tenendo il ginocchio fra indice e pollice con il medio contro il bordo dell’osso (la tibia). Il punto si trova sotto il polpastrello del dito medio.
  • Altro metodo: il punto si trova nella depressione fra le due ossa della gamba (tibia e perone) 4 dita sotto il bordo inferiore della rotula.

St36

A cosa serve:

  • è un punto di benessere generale,
  • elimina la stanchezza, tonifica e rafforza le gambe,
  • regolarizza la digestione.

Come auto-trattare il punto:

  • Il punto non va trattato o stimolato in gravidanza.
  • Trattare allo stesso modo da entrambi i lati.
  • Da seduti, sovrapporre le dita delle mani, puntare la punta del polpastrello dell’indice sul punto e premere tirando verso di sé. Mantenere una pressione statica per alcuni minuti. (Non fatelo se avete le unghie lunghe.)
  • In alternativa si può utilizzare un bastoncino. Ad esempio una bacchetta del ristorante cinese o una biro (mi raccomando: non dalla parte della punta!).
  • Particolarmente indicato, per chi conosce il metodo, è il trattamento attraverso il calore con la Moxa. In tal caso tagliare una fettina sottile di zenzero da tenere con una pinzetta per coprire il punto.

Per gli sportivi, ma anche per tutti coloro che patiscono stanchezza e debolezza alle gambe, segnalo un metodo tradizionale di “doping naturale”: si tratta semplicemente di porre un cece (crudo) o un oggetto sferico di dimensioni adeguate sul punto e di fermarlo con del cerotto. In questo modo si crea una sollecitazione lieve, ma continua, che rinvigorisce le gambe e limita la stanchezza.

Un punto al giorno… è un utile complemento per mantenersi in salute e ci fa capire l’importanza di ricevere regolarmente trattamenti Shiatsu per stare bene ed esprimere al meglio la nostra energia.

(Leggi anche gli altri articoli della serie “Un punto al giorno…”)

Valter Vico
Trattamenti Shiatsu, corsi e consulenze
valter.vico@gmail.com

ViVa_logo_04_Med

 

 

INFO

333.26.90.739 valter.vico@gmail.com

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 4.197 follower

Album fotografico

PARTECIPA AL SONDAGGIO “LO SHIATSU E’…”

Aggiornamenti Twitter

RSS ViVa I Ching, la Numerologia a Torino

  • Dao e differenti esseri umani
    Quando l’uomo superiore ascolta il dao, si forza di praticarlo e seguirlo; Quando l’uomo medio ascolta il dao, a volte lo conserva, a volte lo perde. Quando l’uomo inferiore ascolta il dao, Se ne fa grandi risate di scherno. Se non ne ridesse, non agirebbe in accordo con il dao. (Daode Jing, cap. 41.) Accanto […]
  • #IChing : sincronicità, mente e materia
    Sabato 18 novembre 2017, Shantena Augusto Sabbadini sarà ospite presso l’Associazione Alma Gaia a S. Marinella (RM) per il seminario: Sincronicità, mente, materia. Un intervento, aperto a tutti… Sorgente: Seminario di Shantena Augusto SabbadiniArchiviato in:I CHING, I Ching a Roma Tagged: I Ching, I Ching a Roma
  • La teoria dei Cinque elementi nel ‘Classico dei Tre Caratteri’
    La teoria dei Cinque elementi contiene molteplici livelli di complessità e astrattezza che la rendono applicabile ad ogni aspetto della vita: dalla medicina tradizionale, alla musica, dalla cucina, alla geomanzia, dall’architettura, alla filosofia. È una teoria completa e onnicomprensiva che armonizza tutta la cultura cinese… (continua a leggere su Epoch Tim […]
  • #IChing Corso Avanzato “Le parole dell’I-Ching”
    Corso avanzato teorico/pratico: “LE PAROLE DELL’I-CHING” Per approfondire la conoscenza del linguaggio ed il significato dei termini, dei modi di dire e delle frasi ricorrenti dell’I Ching, il Libro dei Mutamenti, immergendosi nell’universo simbolico delle sue espressioni, a volte enigmatiche, ma sempre suggestive ed evocative. Il corso è rivolto a coloro ch […]
  • John Cage e lo #IChing
    Tra centinaia di pezzi viene forte la tentazione di scegliere a caso, sarebbe perfettamente coerente col personaggio! Ma siccome Cage amava l’incoerenza, facciamo invece una scelta più o meno mirata. Chi conosce un po’ la sua storia sa che c’è un prima e un dopo la sua scoperta dell’I Ching (o Yijing), sia come testo, […]
  • Qi Gong e Yi Jing: “I Sei Draghi Volano in Cielo” #IChing #Esagramma 1
    Fare riferimento alle immagini dell’YI JING, il Libro delle Mutazioni, nella pratica del QI GONG è inevitabile. […] Nella Scuola SAN YI QUAN, il primo esagramma costituisce la chiave di lettura nell’esecuzione dell’esercizio “Il Volo del Drago a Sei Teste” o “Il Volo dei Sei Draghi”. Lo scopo di questa serie di posture e respirazioni […]
  • “Campo dell’interpretazione di un esagramma rispetto a una domanda” #IChing #Esagramma 2 e 16
    Mi scrive un lettore: Ciao Valter, […] Vorrei capire questo, esempio: responso di I Ching: esagramma 2, muta la 4° linea – esagramma di arrivo: 16. Ok, secondo la tua esperiena, la 4° linea nell’esagramma di arrivo può essere interpretata? Se si, in che modo e da quale punto di vista? Aquesta domanda ne segue […]
  • I differenti modi della percezione in Occidente e in Cina
    La visione analitica occidentale porta quindi a visualizzare la realtà in modo analitico, come una serie di oggetti distinti, isolati dal contesto; e tende a selezionarli e trattenerli in memoria secondo criteri di gerarchia. La visione estremo-orientale vede la realtà come una rete di relazioni, in cui gli oggetti sono costantemente associati al contesto; e […]
  • Corso di #IChing a Roma con Valter Vico
      S. Marinella (RM) – I Ching Seminario di Valter Vico Sabato 17 marzo 2018 Valter Vico sarà ospite presso l’Associazione Alma Gaia a S. Marinella (RM) per il seminario: La storia e le storie dell’I Ching Un intervento, aperto a tutti, nell’ambito del programma: Il Codice della Facilità (vedi sotto) Gli antichi saggi che […]
  • #IChing #Esagramma 29 • The Abysmal Water • Kan
    In questo momento non hai altra scelta: prenditi il rischio ed affronta il pericolo Sorgente: Hexagram 29 • The Abysmal Water • Kan | I Ching MeditationsArchiviato in:I CHING Tagged: I Ching

RSS La Stampa Web – La Bussola d’Oro – rubrica di I Ching e Numerologia Orientale

RSS Centro Tao Network

  • Le parole dell’I-Ching
    Corso avanzato teorico/pratico: “LE PAROLE DELL’I-CHING” Per approfondire la conoscenza del linguaggio ed il significato dei termini, dei modi di dire e delle frasi ricorrenti dell’I Ching, il Libro dei Mutamenti, immergendosi nell’universo simbolico delle sue espressioni, a volte enigmatiche, ma sempre suggestive ed evocative. Il corso è rivolto a coloro ch […]
  • Corso Master di SHIATSU & CHINESIOLOGIA: “le fissazioni vertebrali” a Orbassano (Torino)
    Il Centro Tao Network, nell’ambito del Corso Master + Ecos teorico/pratico di specializzazione per Operatori Shiatsu, è lieto di presentare: SHIATSU & CHINESIOLOGIA:  “le fissazioni della colonna vertebrale” Orbassano (TO), sabato 16 dicembre 2017 con Domenico Bassi 10,5 Punti Ecos Le Fissazioni Vertebrali rappresentano una situazione molto comune. Si tr […]
  • Corso di NUMEROLOGIA dell’I-Ching a Torino
    “DIAMO I NUMERI!” Corso di Numerologia dell’I-Ching secondo il metodo dei 9 Ki con Valter Vico a Torino 8, 9 e 10 dicembre 2017 (adatto a tutti) Leggi il resto dell’articolo
  • Master Shiatsu e Moxa, l’uso del calore per fortificare le energie difensive
    Lo scopo della moxa è quello di regolare la circolazione energetica nei meridiani e le funzioni fisiologiche. La wei qi è l’energia difensiva che la moxa rafforza. L’uso del calore assieme alla pressione shiatsu è una tecnica di trattamento veramente potente. La moxa ha proprietà “seccanti” di notevole efficacia che agiscono prosciugando l’umidità e allontan […]
  • Osservazioni da un laboratorio scolastico sulla disabilità
    Partendo dalla domanda qual è l’attività motoria giusta per un bambino disabile? La risposta è “quella in cui lui/lei riesce a fare con impegno” (Rossini S., 1983). Il progetto di ginnastica adattata da cui ho tratto queste osservazioni mi ha posto subito quella domanda e questa riflessione. La prima consegna di lavoro nel laboratorio scolastico […] […]
  • Programma formativo sull’I Ching a S. Marinella (Roma)
    Il centro I Ching Roma, in collaborazione con l’associazione Alma Gaia, vi invita a: Il Codice della Facilità La nostra proposta formativa sull’I Ching, interamente riformulata ed arricchita della presenza di esperti di fama internazionale che proporranno seminari a tema aperti a tutti. Ecco com’è strutturato il nostro nuovo programma: Corso principale: 5 LE […]
  • Il contatto shiatsu, luogo d’incontro delle risorse vitali (Festival dell’Oriente, 16/09 Napoli)
    A Napoli al Festival dell’Oriente il 16-9-2017 ore 12-13 (sala conferenze n.1) si terrà la conferenza: Il contatto shiatsu, luogo d’incontro delle risorse vitali ovvero l’arte dell’ascolto attraverso il dialogo empatico non verbale del contatto, forma primitiva di sostegno. Relatori: Dorotea Carbonara, Angiolino Ferraro (operatori professionisti shiatsu, Ins […]
  • I-Ching Corso avanzato. “La storia e le storie dell’I-Ching”
    Corso avanzato teorico/pratico: “LA STORIA E LE STORIE DELL’I-CHING” Per approfondire la conoscenza dell’I Ching, il Libro dei Mutamenti, ripercorrendo le gesta dei suoi personaggi e l’affascinante epopea della sua nascita e scoprendo come esse possano illuminare il significato dei responsi di questo enigmatico tesoro della remota antichità. Il corso è rivol […]
  • Corsi estivi di I-CHING e NUMEROLOGIA a Torino 
    Due corsi intensivi per imparare ed approfondire l’utilizzo personale dell’I Ching, l’antico Libro dei Mutamenti, come oracolo e come guida di saggezza: CORSO INTRODUTTIVO TEORICO/PRATICO DI I-CHING  : è un corso adatto a tutti e si svolge in 3 giornate: il 4,5, e 6 agosto 2017 “DIAMO I NUMERI!” Corso di Numerologia dell’I-Ching secondo il metodo dei 9 […] […]
  • Master di Shiatsu: “60 PUNTI SHU ANTICHI”
    Il Centro Tao Network nell’ambito del Corso Master+Ecos “Shiatsu & MTC” per Operatori Shiatsu, è lieto di presentare il seminario monotematico teorico/pratico 60SHU i Punti Punti Shu Antichi: significato, valutazione e trattamento a Torino con Domenico Bassi sabato 17 giugno 2017 (10-13, 14-18) 10,5 Punti ECOS Leggi il resto dell’articolo  
  • Master “Shiatsu con i Disabili” a Torino
    Il Centro Tao Network, nell’ambito del Corso Master + Ecos teorico/pratico di specializzazione per Operatori Shiatsu Professionali, è lieto di presentare: “SHIATSU CON I DISABILI: il corpo e la mente” con Elvira De Nucci e Valter Vico – Torino, 13 maggio 2017: “IL CORPO” – Torino, 16 settembre 2017: “LA MENTE” Orario: 10-13, 14-18 21 […]
  • Conferenze al Festival dell’Oriente di Torino: #Shiatsu #Chirologia #IChing #Numerologia
    Il Centro Tao Network è lieto di annunciare il programma delle conferenze che ha organizzato in occasione del Festival dell’Oriente 2017 di Torino: venerdì 17 marzo, ore 16: I Ching, il Libro dei Mutamenti – Come funziona l’antico oracolo cinese e qual è il suo significato attuale venerdì 17 marzo, ore 18: Shiatsu e disabili […]

Blog Stats

  • 456,542 hits
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: